Il project manager: interlanguage dietro le quinte

Notizie

Hai mai riflettuto su quante figure professionali si mettono in moto a ogni tua richiesta di traduzione? Dietro a ogni incarico c’è un team di professionisti che lavora per portarlo a termine: non solo linguisti (traduttori e revisori), ma anche project manager, impaginatori grafici, esperti informatici e altre figure che vengono coinvolte a seconda delle esigenze del progetto.

Il project manager, o PM, è la persona che si occupa di coordinare il lavoro di tutti e gestire la tua richiesta di traduzione dal momento in cui viene messa in produzione fino alla consegna… e oltre.

Il team coordinato dal project manager può essere a volte molto numeroso: per fare un esempio, hai un libretto di istruzioni da tradurre in 27 lingue? Il tuo PM si troverà a gestire almeno 54 persone (27 traduttori e 27 revisori), senza contare impaginatori grafici o altre figure di supporto.

Ma il PM non si occupa solo del team: è anche il tuo punto di riferimento per ogni progetto di traduzione in corso – ti aggiorna sullo stato di avanzamento dei lavori, ti invia richieste di chiarimenti linguistici, gestisce eventuali tue modifiche o integrazioni ai testi da tradurre e recepisce i riscontri che hai dato sulle traduzioni consegnate. Gestisce le emergenze, fa quadrare costi e tempi, e si assicura che tutto vada secondo i tuoi piani.

Il project manager visto dall’esterno rischia di essere una figura sottovalutata, poiché non si occupa materialmente di tradurre il testo, tuttavia il suo apporto può fare la differenza tra una traduzione di qualità accettabile e un lavoro che rispecchia al 100% le tue aspettative, o in alcuni casi le supera, anticipando le tue necessità! Vediamo come.

I nostri project manager sono differenti

Il project manager di interlanguage non è solo una persona con nervi saldi e forti competenze organizzative: è anche e soprattutto un linguista, con alle spalle una formazione specifica ed esperienze professionali spesso proprio come traduttore o interprete. Questa sua caratteristica fa sì che possa svolgere un ruolo molto importante nel processo di traduzione.

Il PM di interlanguage…

… può svolgere ricerche linguistiche preliminari

Per progetti molto corposi o a lungo termine, prima ancora che il team inizi a tradurre, il PM può svolgere ricerche terminologiche e reperire documenti di riferimento utili da condividere.
Mentre da un lato conosce bene il cliente e i suoi prodotti, dall’altro riconosce rapidamente tutte le insidie del processo di traduzione: per questo è in grado di individuare criticità del testo da chiarire, anche prima che il suo team completi il primo step (quello della traduzione) – e può affrontare in maniera tempestiva possibili problemi di ambiguità, disuniformità terminologica, o altro.

… è il fulcro di un processo di revisione collaborativa nei progetti multilingue

Grazie al suo background di linguista, oltre a coordinare lo svolgimento del progetto, il project manager di interlanguage in genere si occupa in prima persona della revisione linguistica di almeno una delle lingue di traduzione.
Qui la parola chiave è collaborazione: il project manager coordina il lavoro di tutti i revisori e facilita lo scambio di pareri sulle scelte traduttive, la selezione di criteri comuni per la risoluzione delle ambiguità e la condivisione delle ricerche svolte per termini o concetti particolarmente complessi.
Il risultato? Sul tuo testo non ci sono mai solo quattro occhi (due del traduttore e due del revisore, come vuole d’altra parte la norma ISO 17100) ma tutti gli occhi del team che se ne occupa. Un bel vantaggio!

L’esperienza e la collaborazione danno i loro frutti tutte le volte che in un tuo testo, per esempio:

il nome proprio di una città o di una persona è scritto male e va corretto;

sono presenti due termini diversi, che creano potenziale confusione nel lettore, per indicare ciò che (e chi ti conosce non ha dubbi) è la stessa parte di una macchina, lo stesso tipo di finitura di un prodotto, la stessa funzione aziendale;

una parola di senso compiuto non deve essere tradotta perché in quel contesto è il nome proprio di un tuo prodotto, come i nomi dei colori nelle collezioni delle lastre ceramiche (Noce, Antracite, Sabbia, e tanti altri ancora).

Un project manager che “ha le mani in pasta” nelle traduzioni e nelle revisioni è la persona migliore per guidare il proprio team verso questi risultati.

… può valutare i tuoi feedback e gestire l’implementazione delle modifiche nel follow-up di un progetto

Il project manager è il tuo contatto diretto quando hai un feedback sulle traduzioni, tuo o dei tuoi referenti di mercato all’estero. Poiché in genere ha rivisto personalmente almeno una delle lingue di traduzione, conosce i tuoi testi e le loro particolarità, ed è in grado di darti un riscontro competente e puntuale.
Si occuperà poi di aggiornare i nostri database terminologici condivisi in modo che ogni correzione sia riportata nelle traduzioni future, e di comunicare con tutto il team per mantenerli sempre aggiornati sulle tue esigenze.

… ti conosce a fondo e sa sempre di cosa stai parlando

I project manager di interlanguage sanno chi sei e cosa fai. Suona inquietante? Tutt’altro.
Attraverso la revisione costante dei tuoi testi, imparano a conoscere i tuoi prodotti, le tue preferenze, e sono sempre aggiornati sulle tue novità.
Il nostro obiettivo è proprio questo: essere non solo dei semplici fornitori, ma dei partner, o quasi dei colleghi!

E tu, vuoi il supporto di un team di professionisti come il nostro per le tue traduzioni?

Contattaci per un preventivo

Categoria: Notizie