Yiddish (YI)

Lingua yiddish

Language family: GERMANICA

Alphabet: EBRAICO

yiddish

Lo yiddish è la lingua usata da circa 3 milioni di parlanti ebrei dell’Europa orientale e loro discendenti in altri paesi nel mondo. Lo si può trovare negli Stati Uniti, in Israele, Ucraina, Bielorussia, Russia, Polonia, Canada, Argentina e altri.

Ha la sue origini nel tedesco medievale ed è pertanto una lingua germanica, con forti influenze dell’ebraico e delle lingue dei paesi che hanno ospitato gli ebrei ashkenaziti (tra cui polacco e russo).

Tra il 1500 e il 1700, la lingua si diffonde in nuove aree dell’Europa (Italia settentrionale, Olanda, Alsazia, paesi baltici e Germania settentrionale) e comincia a differenziarsi in dialetti differenti tra l’occidentale e l’orientale, dovuti all’influsso più o meno forte delle lingue slave e del tedesco. La lingua occidentale subisce un lento declino, mentre quella orientale si sviluppa e diventa lingua letteraria e nasce una letteratura vera e propria in lingua yiddish, che spazia in tutti i generi. Nel 1800 si hanno consistenti migrazioni verso gli Stati Uniti, la Palestina e il Sud America, luoghi nei quali viene esportata anche la lingua. Lo yiddish oggi è frutto di processi di adozione e di rigetto di termini in una data lingua a seconda del loro significato; di innovazioni fonologiche, di slittamenti semantici e di mutazioni morfologiche e sintattiche.

Le principali componenti della lingua yiddish sono quella germanica, che costituisce circa l’80% del lessico e della sintassi e coinvolge soprattutto la sfera della vita quotidiana e dei suoi affari. È presente poi anche una componente ebraico-aramaica, che costituisce quasi il restante 20% e si occupa solo di ciò che riguarda la sfera religiosa e della sapienza ebraica ad essa attinente. La componente slava si riferisce soprattutto alla casa ed alla famiglia.

D’altra parte, numerose sono le parole di origine ebraica che sono state deviate dallo yiddish, per esempio in inglese americano o in cockney (la variante dialettale parlata nell’East End londinese).

Come tutte le lingue «giudaiche», lo yiddish è scritto in una variante modificata dell’alfabeto ebraico, il cosiddetto Quadratschrift («scrittura quadrata»: i caratteri ebraici si devono scrivere secondo le proporzioni di un ipotetico quadrato, oppure fuoriuscirne in un solo loro elemento). L’alfabeto ebraico-yiddish, a differenza di quello ebraico classico, nota completamente le vocali e i dittonghi ma solo nell’elemento non ebraico; i prestiti ebraici sono notati nella grafia originale priva di vocali.

Lo yiddish si scrive e si legge da destra verso sinistra.

FAQ
Esiste una differenza in yiddish tra minuscolo e maiuscolo?
No, il maiuscolo non esiste.

Yiddish (YI) ultima modifica: 2015-10-05T08:00:25+02:00 da interlanguage.it