Hindi (HI)

L’hindi è una delle lingue parlate nel subcontinente indiano, soprattutto nell’India settentrionale, dove è lingua ufficiale ed è utilizzata come lingua dell’amministrazione, dei media, dell’istruzione e della letteratura. È parlato

Slovacco (SK)

Lo slovacco è attualmente parlato da oltre cinque milioni di persone ed è lingua ufficiale della Repubblica di Slovacchia che, insieme alla Repubblica Ceca, è il più giovane Stato europeo: entrambe, infatti, sono

Portoghese (PT)

Il portoghese – appartenente alla famiglia delle lingue neolatine – è lingua officiale in Portogallo, Brasile, Angola, Mozambico, Guinea-Bissau, Guinea Equatoriale, Capo Verde, São Tomé e Príncipe, Macao e Timor Est. Grazie ai suoi 240 milioni di parlanti nativi nel mondo (il 3,6%

Russo (RU)

Il russo è una lingua indoeuropea appartenente al ceppo slavo orientale, come l’ucraino e il bielorusso. È la lingua madre per la maggior parte della popolazione in Russia e parte della popolazione

Ebraico (HE)

Per lingua ebraica si possono intendere fondamentalmente sia l’ebraico biblico o classico, sia l’ebraico moderno, che è la lingua ufficiale dello stato di Israele e conta circa 7 milioni di parlanti.

Lituano (LT)

Il lituano è fra le più antiche lingue d’Europa e, insieme al lettone, appartiene al gruppo baltico delle lingue indoeuropee. È la lingua ufficiale della Repubblica di Lituania, attualmente parlata da

Farsi (FA)

Il farsi o persiano con i suoi dialetti dari (Afghanistan) tagico (Asia centrale), è la lingua ufficiale dell’Iran, del Tagikistan e dell’Afghanistan e si parla anche in Uzbekistan. È parlata da oltre 75 milioni di persone e appartiene alla famiglia delle lingue

Croato (HR)

La lingua croata è diffusa soprattutto in Croazia, dove è usata da circa 5 milioni di persone, e in Bosnia Erzegovina. Ci sono anche minoranze in Slovenia, Italia e Austria. Rispetto al serbo, il croato costituisce la

Ungherese (HU)

L’ungherese (storicamente: magiaro) è una lingua del ceppo uralico o ugro-finnico, come l’estone e il finlandese, e si discosta pertanto dalla maggior parte degli idiomi europei. È parlato in Ungheria, Romania,