Irlandese (GA)

Famiglia: CELTICA

Alfabeto: LATINO

irlandese

La lingua irlandese è una delle tre lingue goideliche, dette anche gaeliche, insieme al gaelico scozzese e al mannese, parlato nell’Isola di Man. Appartiene al gruppo linguistico delle lingue celtiche insulari della famiglia delle lingue celtiche, e presenta somiglianze anche con il gallese e il bretone.

Come sancisce l’articolo 8 della Costituzione, l’irlandese è la prima lingua ufficiale in Irlanda, seguita dall’inglese. Dal 13 giugno 2005 è anche lingua ufficiale dell’Unione europea. Attualmente, tuttavia, all’interno della Unione europea sono pubblicati in questa lingua solo i trattati e alcuni altri testi di diritto primario, ma non la legislazione secondaria né la Gazzetta ufficiale. Tuttavia, dal 1° gennaio 2007 si comincerà a pubblicare in gaelico irlandese anche certi atti legislativi secondari.

Nel corso dei secoli l’irlandese ha gradualmente soppiantato le lingue parlate precedentemente in Irlanda, lingue di cui non si ha alcuna attestazione diretta, ma che hanno lasciato tracce come sostrato linguistico dell’irlandese, che è così rimasto l’unica lingua parlata nell’isola all’epoca dell’arrivo del Cristianesimo nel IV e V secolo.

Successivamente, con il predominio dell’inglese all’inizio del XX secolo, la lingua fu confinata solo ad alcune zone perlopiù lungo la costa occidentale del paese, riunite oggi nel cosiddetto Gaeltacht, in cui è riconosciuta una maggioranza gaelofona. Lo Stato ha tuttavia sempre dimostrato una forte volontà di tutelare e salvaguardare la lingua originale, imponendone l’insegnamento in tutte le scuole pubbliche. Anche oggi, l´irlandese si può trovare un po’ dovunque in Irlanda. Su tutta l’isola le indicazioni stradali e i nomi delle vie sono bilingui in inglese e in irlandese. Solo nei territori del Gaeltacht le indicazioni di questo tipo sono scritte solo in irlandese. Lo stesso vale per documenti pubblici e targhe commemorative.

Capita però raramente di sentire parlare irlandese al di fuori del Gaeltacht. Di tanto in tanto si sente parlare irlandese soprattutto da parte di persone di una certa età in centri come Galway o più raramente Dublino. Nelle università è facile trovare alcune facoltà in cui l´insegnamento è in irlandese, soprattutto nelle materie umanistiche e di lingua e cultura celtica.

Difficile da calcolare è l’uso effettivo dell’irlandese nel ceto medio urbano colto. In questo gruppo sociale è infatti relativamente molto diffusa la conoscenza dell’irlandese, anche se l’uso è prevalentemente passivo e/o familiare. I testi di tutte le leggi devono essere emanati anche in lingua irlandese. Nella prassi, però, ciò non viene sempre applicato. Per lo più per le sentenze viene consultato solo il testo inglese, e talvolta la redazione in irlandese viene pubblicata solo in un secondo momento.

L’irlandese viene oggi scritto con l’alfabeto latino. In precedenza si usava invece un particolare tipo di scrittura, derivato dalla maiuscola latina (Cló Gaelach). Fino alla prima metà del XX secolo, i libri e altri scritti in irlandese venivano spesso stampati con questi antichi caratteri. Oggi essi vengono tuttora usati, ma solo a scopi decorativi.

Nell’ortografia irlandese vi sono cinque vocali brevi, e cinque vocali lunghe. Vengono inoltre impiegate 13 consonanti; le rimanenti consonanti dell’ alfabeto latino (j, k, q, v, w, x, y, z) si ritrovano solo nella trascrizione di parole straniere e prestiti.

L’irlandese è una lingua marcatamente flessiva, ma nel corso della sua evoluzione molte forme sintetiche sono state sostituite da costrutti analitici. L’ordine basico delle parole è Verbo-Soggetto-Oggetto, caratteristica di tutte le lingue celtiche insulari (ad eccezione del bretone). Tuttavia, tutti gli elementi della frase semanticamente autonomi possono essere collocati al principio, con un mutamento di struttura della frase, per essere messi in rilievo.

In irlandese sono presenti cinque tempi: presente, preterito, imperfetto, futuro e condizionale. Quest’ultimo viene formato all’interno dei paradigmi dei tempi e viene quindi considerato esso stesso un tempo. Inoltre vi sono il congiuntivo, l’imperativo, participi. Non esiste invece un infinito.

I sostantivi possiedono due generi grammaticali, maschile e femminile.

La flessione nominale sta scomparendo. Se il genitivo e il vocativo sono ancora piuttosto vitali, il dativo è quasi completamente scomparso, e l’accusativo si distingue dal nominativo solo in un unico caso.

FAQ
Se si esporta un prodotto in Irlanda, la relativa documentazione tecnica a corredo deve essere tradotta in irlandese?
No, dal momento che è riconosciuto anche l’inglese come seconda lingua ufficiale e che per legge è stabilita l’uguaglianza delle due lingue, è sufficiente tradurre la documentazione in inglese.

Irlandese (GA) ultima modifica: 2017-04-02T08:00:10+00:00 da interlanguage.it