Hindi (HI)

Famiglia: INDIANA

Alfabeto: DEVANAGARI

hindi

L’hindi è una delle lingue parlate nel subcontinente indiano, soprattutto nell’India settentrionale, dove è lingua ufficiale ed è utilizzata come lingua dell’amministrazione, dei media, dell’istruzione e della letteratura.

È parlato inoltre in Bangladesh, Belize, Botswana, Canada, Germania, Guyana, Kenya, Nepal, Nuova Zelanda, nelle Filippine, a Singapore, in Sudafrica, a Trinidad, in Uganda, nel Regno Unito, negli USA e nello Yemen.

I parlanti di questa lingua nel mondo sono così oltre 480 milioni, il che fa dell’hindi la terza lingua più parlata dopo il cinese e l’inglese.

L’hindi appartiene al ceppo indoeuropeo, in particolare al gruppo indoario. Numerose sono le varianti dialettali.

L’hindi è una lingua antica: le prime testimonianze scritte risalgono al IV secolo a. C. Nel corso dei secoli l’alfabeto si è evoluto e dall’XI secolo è stato adottato definitivamente l’alfabeto devanagari (letteralmente: scrittura sacra). Nelle sue continue revisioni, l’hindi accoglie sempre più elementi dal sanscrito. Presenta inoltre molti punti di contatto con l’urdu, la principale lingua del Pakistan, il cui alfabeto si basa però su segni grafici arabo-persiani.

Come le altre lingue indiane, in hindi le lettere sono raggruppate in base alla loro pronuncia. Ogni gruppo consonantico contiene dalle sette alle nove consonanti.

L’ordine delle parole nella frase è Soggetto-Oggetto-Verbo.

FAQ
In che direzione si scrive l’hindi?
L’hindi si scrive e si legge da sinistra a destra.

Hindi (HI) ultima modifica: 2016-08-01T08:00:51+00:00 da interlanguage.it