Danese (DA)

Famiglia: GERMANICA

Alfabeto: LATINO

danese

Il danese è parlato da più di 5 milioni di persone.

Appartiene alla famiglia delle lingue germaniche e, all’interno di questa, al gruppo nordico o scandinavo.

Oltre che della Danimarca, è la lingua ufficiale della Groenlandia e delle isole Færøer (insieme al feringio, la lingua locale). È parlato anche in Norvegia, dove fu importato nel secolo XIV dando luogo ad una varietà che presenta leggere divergenze dall’uso della Danimarca e che coesiste con un altro tipo di norvegese più conforme alle tradizioni nazionali. Vi sono infine minoranze linguistiche anche in Islanda, Germania, Canada, Svezia, USA.

Inoltre, come ex lingua coloniale, è ancora in uso in Islanda ed è lingua di minoranza, parlata da circa 300.000 persone nel land tedesco dello Schleswig-Holstein, tutelata dalla costituzione regionale.

La scrittura del danese è ormai quasi esclusivamente quella latina, ma fino a poche decine d’anni fa si usava più spesso la scrittura gotica.

Insieme ad altre lingue scandinave, il danese è una delle poche lingue indoeuropee che non coniuga i verbi secondo la persona e il numero. A differenza dello svedese, esistono però forme diverse per i tempi grammaticali. I sostantivi possono essere di due generi: neutro e comune. Un elemento distintivo delle lingue scandinave è l’articolo enclitico: l’articolo determinativo viene aggiunto cioè come suffisso al sostantivo.

Nel 1955 il Ministero della Cultura Danese ha fondato il Dansk Sprognævn, il Consiglio per la lingua danese che ha sede presso l’Università di Copenhagen, con il compito di rispondere a quesiti in materia linguistica, curare e aggiornare il dizionario ufficiale di danese e seguire l’aggiornamento della lingua. È l’istituzione più autorevole per la tutela della lingua danese e collabora con gli altri Consigli per le lingue scandinave.

Danese (DA) ultima modifica: 2016-08-10T08:00:51+00:00 da interlanguage.it